Categoria: MF Vending

MF Vending

Come cambia l’esperienza d’acquisto di fronte al distributore automatico

Le innovazioni digitali hanno profondamente cambiato i distributori automatici e, di conseguenza, il processo d’acquisto degli utenti e i sistemi di gestione da parte delle aziende. Ad esempio, nella macchinette si inseriscono sempre meno monetine preferendo sistemi di pagamento alternativi, oppure non si premono più i pulsanti, ma si fa tap sul touch screen. Questo ovviamente implica che chi è attivo in questo campo deve saper come assecondare queste nuove tendenze per fornire il migliore dei servizi.

Come possiamo capire in che modo migliorare l’esperienza d’acquisto dei nostri clienti? Semplice, osservando i loro comportamenti. No, non significa che ci metteremo di vedetta in ogni luogo in cui abbiamo installato un distributore per prendere appunti. In un mondo in cui i big data sono diventati merce preziosa, il settore del vending non fa eccezione e non si sottrae dalla rincorsa all’impresa 4.0.

Chi si occupa di distributori automatici ha a disposizione una buona mole di dati riguardanti le interazioni effettuate su un apparecchio, il tempo medio trascorso per la scelta del proprio prodotto preferito, quale sono quelli più richiesti e via discorrendo. Oltretutto anche questo settore, come tutti gli altri, può contare su studi e analisi dalla rilevanza scientifica.

Nel 2018 ad esempio l’Università Politecnica delle Marche ha compiuto un sondaggio relativo ai distributori installati in 4 ambienti diversi tra loro: università, ospedale, azienda e area self-service. Ebbene i risultati hanno dimostrato che le esperienze d’acquisto dei consumatori tendevano ad allinearsi, fornendo dati interessanti. Ad esempio, è emerso che la maggior parte degli acquisti avviene entro i primi 5 secondi, o che dopo un minuto passato di fronte al distributore gli utenti tendevano ad abbandonare l’esperienza, o ancora quali erano i contenuti multimediali più graditi e così via.

Ovviamente questo tipo di informazioni ha permesso alle case produttrici e alle aziende che installano e gestiscono i distributori automatici, di intervenire sui punti deboli e valorizzare quelli di forza, in maniera tale da approntare un sistema combinato di controllo da remoto e gestione dei rifornimenti efficiente, o per produrre contenuti in grado di facilitare e rendere sempre più coinvolgente la scelta della bevanda e dello snack, o ancora di sapere quali sono le informazioni che i clienti cercano.

MF Vending

Vending 4.0: controllo ed efficientamento dei distributori automatici

I distributori automatici di ultima generazione non sono soltanto apparecchi in grado di erogare un eccellente caffè, ma sono oramai diventati oggetti high tech interconnessi, capaci di facilitare l’esperienza di acquisto e fornire dati in tempo reale sul loro stato. Per questo oramai si parla sempre più di vending 4.0.

Fase diagnostica accurata, efficientamento energetico, telemetria e controllo a distanza, sono solo alcune delle caratteristiche che oramai non possono più mancare in un distributore automatico. Il vending 4.0 sta prendendo sempre più piede ed è destinato a trasformare il settore della vendita automatica di prodotti alimentari.

Le macchine si fanno sempre più smart e quelle per il caffè non fanno eccezione: touch screen e contenuti multimediali sono all’ordine del giorno anche per scegliere una bevanda ed uno snack. L’acquirente viene accompagnato durante la scelta e può consultare facilmente qualsiasi tipo di informazione stia cercando. Ma le innovazioni dei nuovi distributori automatici non terminano con l’esperienza di acquisto del cliente, anzi per certi versi non rappresentano che la punta dell’iceberg.

Il vero valore aggiunto delle ultime innovazione del settore, riguardano l’efficientamento dei processi gestionali e delle azioni di manutenzione e rifornimento. I distributori automatici sono strumenti interconnessi, supervisionati a distanza grazie ai sistemi di controllo da remoto. Questo permette agli operatori di conoscere in ogni momento lo stato di un macchina e di conseguenza, di gestire al meglio rifornimenti e manutenzione. In caso di guasto poi, la macchina manda immediatamente una segnalazione al centro di controllo e questo permette ai tecnici di sapere immediatamente quale tipo di intervento devono operare, ma anche per compiere variazioni di prezzo

Il vending 4.0 trasformerà i distributori automatici in piccole caffetterie, o mense, attente al risparmio energetico ed alla qualità dei prodotti. Bevande gourmet e personalizzate, cibi freschi e e pasti pronti prendono sempre più piede nelle aziende, nelle scuole e negli edifici pubblici, ma anche nelle strade e nelle piazze delle città, dove giorno dopo giorno sorgono sempre nuovi negozi automatici H24.

MF Vending

Arabica e robusta, quale delle due varietà di caffè è migliore dell’altra?

Al mondo esistono oltre 60 varietà della pianta del caffè e 25 di queste producono i frutti che noi amiamo. Le più famose sono senz’altro l’arabica a la robusta. Ma quale delle due è migliore dell’altra? La risposta lascia spazio a valutazioni estremamente soggettive, in base a corposità ed aroma. Sono infatti entrambe tanto diverse quanto straordinarie e presentano pregi e peculiarità che rendono impossibile una scelta definitiva.

Il caffè non è tutto uguale ed ogni miscela è il frutto di una ricetta in cui il torrefattore dosa con precisione chirurgica le quantità di questa o quella varietà. A seconda del sapore e dell’aroma che vuole ritrovare nella tazzina, aggiungerà, o toglierà, i chicchi di una particolare tipologia e modificherà anche i tempi di essicazione e cottura.

Il caffè è coltivato in tutto il mondo, specie nelle zone tropicali e subtropicali, dove temperature uniformi e abbondanti piogge rendono i raccolti abbondanti. La varietà più coltivata al mondo è l’arabica, che come suggerisce il nome, è originaria dell’Etiopa, ma in realtà oggi vieni coltivata un po’ ovunque e il 70% delle coltivazioni mondiali di caffè producono questa varietà. Presenta chicchi piccoli e oblunghi, con un solco a forma di S nel mezzo. Produce un caffè aromatico, profumato e non particolarmente amaro. I suoi frutti sono più delicati di altri e vanno lavorati a temperature basse e secondo tempi di lavorazione più precisi.

La seconda varietà di caffè più celebre e più coltivata al mondo è la robusta, chiamata così per la sua resistenza. A differenza di altre qualità infatti può essere coltivata anche ad altitudini più basse e si adatta a diversi contesti climatici. La bevanda che si ricava da questa varietà è più corposa, dal gusto deciso e con sentori di cioccolato, con una percentuale di caffeina superiore. I chicchi di robusta sono rotondo e con un solco dritto nel mezzo.

Concludendo, risulta impossibile stabilire quale varietà sia migliore tra arabica e robusta. Questo perchè ciascuno di noi predilige una determinata tipologia di aroma ed intensità. Noi, invece, tagliamo la testa al toro e le amiamo entrambe!

MF Vending

I buoni propositi di MF Vending per il 2022: sostenibilità, ambiente, solidarietà

Giunti nel periodo di fine anno, è giusto voltarsi indietro per ripensare a quanto fatto ed iniziare a pianificare il futuro. Se pensiamo a quello che vogliamo realizzare il prossimo anno ci vengono in mente tante cose, molte novità che introdurremo e che non vediamo l’ora di presentarvi. Ma anche alcuni imprescindibili capisaldi che non faremo mai mancare: rispetto e salvaguardia dell’ambiente che ci circonda, solidarietà verso chi è meno fortunato e rispetto della dignità dei lavoratori di tutto il mondo.

Se volgiamo lo sguardo indietro noi di MF Vending possiamo ritenerci soddisfatti, dal momento che siamo riusciti a mantenere alti i nostri standard di qualità e competenza, nonostante il periodo così complicato. Certo, il nostro percorso di continua specializzazione, crescita e miglioramento non è certo concluso, ma sta viaggiando seguendo i binari giusti. Siamo orgogliosi di alcuni risultati che siamo stati in grado di raggiungere e mordiamo il freno in vista di tutto quello che vogliamo realizzare l’anno prossimo.

Ma se abbiamo raggiunti standard qualitativi così alti, non è soltanto per ragioni di business, visione aziendale e programmazione, ma anche, e forse soprattutto, per i valori che contraddistinguono la nostra azienda e di cui non siamo disposti a farne a meno. Innanzitutto lo sforzo costante per impattare sempre meno sull’ambiente. Ridurre il consumo elettrico, i packaging inquinanti e le emissioni di gas nocivi durante gli spostamenti, sono parole d’ordine che giorno dopo giorno ci ripetiamo come fossero mantra.

Il rispetto della dignità e dei diritti dei lavoratori di tutto il mondo. Sbaglia chi crede che in tutte le piantagioni di caffè le persone non siano tutelate. Esistono anche coltivazioni eque e sostenibili, in cui i lavoratori vengono trattati con umanità e rispetto. Noi da soli non abbiamo la forza di cambiare lo stato delle cose, ma cerchiamo di fare la nostra parte rifornendoci solo da chi tratta dignitosamente i propri dipendenti. Non risparmiamo né sulla qualità delle materie prime, né sulla pelle dei lavoratori.

Infine, il valore cardine su cui si basa un po’ tutta la nostra azione, è quello della solidarietà. Aiutare chi si trova in condizione molto più dure delle nostre, ci è sempre sembrato quasi un atto dovuto. In grandi parti del mondo tantissimi bambini non hanno ancora accesso a cure, istruzione, acqua e cibo. Noi ormai da anni collaboriamo con Mery’s Meal, un’associazione che si prende cura dei bambini meno fortunati, e continueremo a farlo, sempre con maggiori convinzione e impegno.

Pertanto, i nostri buoni propositi per il 2022 non riguardano tanto l’aggiornamento del parco macchine, l’acquisto di nuovi modelli o l’implementazione dei servizi. Questi sono solo aspetti che fanno parte del nostro lavoro, che non saremmo in grado di fare così bene se venissero meno i valori fondanti la nostra visione d’azienda. Sono questi che permettono di andare avanti guardando al futuro con positività, foglia di fare e senza paura. Auguri di vero cuore a tutti. Che possa essere un anno sereno e ricco di gioia e prosperità.

MF Vending

Il caffè come regalo di Natale, una tradizione squisitamente italiana

Il caffè è sempre un buon regalo di Natale per amici, parenti, colleghi e clienti, perché è un regalo gustoso e di classe, ma capace di restituire un senso di calore e familiarità. Donare una miscela pregiata e ricercata ad un amico o a un parente, oppure farlo trovare nel tradizionale cesto, fa fare sempre bella, e buona, figura.

Con l’avvicinarsi del periodo delle feste, in molti si pongono la solita, fatidica, domanda: «cosa regalo a Natale?». Ebbene, nel caso si sia indecisi su cosa donare ad amici e a parenti, esiste un’idea sempre buona: il caffè. Fare dono di un pacco di caffè pregiato come regalo di Natale, è una squisita tradizione italiana. Un tocco di calore e classe, senza spendere cifre esorbitanti.

D’altronde, è risaputo quanto questa bevanda sia apprezzata nel nostro Paese e non a caso tutti i maggiori produttori mettono in commercio sotto le feste eleganti e raffinate confezioni regalo, proprio per assecondare questa piacevole consuetudine. Il caffè come regalo di Natale nudo e “crudo”, ma non solo. Nella tradizionale cesta natalizia che si dona a collaboratori, fornitori, dipendenti e clienti, riservare uno spazio ad un buon pacco di caffè dona quel tocco in più.

Per chi vuole strafare e non si limita ad un pacco di caffè come regalo di Natale poi, c’è una soluzione di gran classe: una macchina per caffè, con la quale creare uno home bar completo, efficiente e dal design elegante in casa, oppure in ufficio.

Non bisognerebbe mai dimenticare comunque che il bello del periodo delle feste natalizie è passarle serenamente con chi si ama. L’ingrediente segreto di tutti i pranzi e i cenoni è la compagnia, ma una tazza di buon caffè fumante non può che essere il suggello perfetto per un banchetto sontuoso e il modo migliore per fare un augurio sincero ai propri cari.

MF Vending

Riciclabile, biodegradabile, compostabile: il vending sempre più attento alle tematiche ambientali

Bicchieri e palette riciclabili, cialde compostabili e packaging realizzati con un minor utilizzo di plastica e materiali inquinanti: il settore del vending è sempre più attento all’ambiente.

Anche il settore del vending è sempre più attento all’ambiente e alle tematiche del risparmio energetico e della sostenibilità e vuole fare la sua parte per impattare quanto meno possibile e per ridurre l’uso di materiali e sostanze inquinanti.

Il processo di riorganizzazione degli sprechi riguarda l’intero comparto, dalla produzione, alla distribuzione, fino alla gestione. Le aziende produttrici di snack e bevande ad esempio, sono sempre più accorte nella scelta dei materiali del packaging. Stesso discorso per chi si occupa di vending in senso stretto, ovvero cura la gestione ed il rifornimento dei distributori automatici.

Innanzitutto i macchinari sono sempre più efficienti e a ridotto consumo elettrico. Questo risparmio energico ovviamente non significa soltanto un minor impatto sulle risorse, ma si traduce anche in un risparmio sulle utenze. In secondo luogo, si fa sempre un minor ricorso a plastiche e materiali inquinanti, in favore di soluzioni sostenibili. I distributori automatici ad esempio erogano sempre più spesso bicchieri e palette riciclabili. L’attenzione verso la sostenibilità ambientale si vede anche nella gestione del magazzino, dove si cerca di ridurre quanto più possibile l’utilizzo di materiale non riutilizzabile, dei trasporti, con una gestione accorta dei rifornimenti al fine di coordinare e ottimizzare gli spostamenti, e dello smaltimento dei rifiuti.

Ma non è soltanto chi si occupa di vending a dimostrarsi più attento all’ambiente. questo nuovo trend infatti, incontra anche il favore dei consumatori, che si dimostrano sempre più sensibili a queste tematiche. Anche nei prodotti destinati alla vendita al dettaglio infatti, si ripete questo paradigma, con prodotti e confezioni sempre meno inquinanti. Nel caso delle macchine per caffè ad uso domestico, quasi tutti i principali produttori di cialde di caffè hanno convertito la produzione verso cialde compostabili e biodegradabili.

MF Vending

Come scegliere la macchina per il caffè più adatta alle proprie esigenze

Tantissime tipologie e varietà di caffè, gusti sempre più ricercati e numerosi modelli in commercio: scegliere la macchina per il caffè più adatta alle proprie esigenze non è così scontato.

Oramai esistono tantissime varietà della bevanda più amata dagli italiani che non si possono preparare con la classica moka. In commercio si trovano numerose tipologie di caffè, in grandi e in polvere, ma anche in cialde in capsule e diventa essenziale scegliere correttamente la macchina per il caffè, affinché possa essere quella più adatta alle esigenze di ogni famiglia.

Negli ultimi tempi d’altronde si è assistito ad una crescita vertiginosa dei cosiddetti home bar, che permettono di gustare anche nella propria casa un espresso a regola d’arte e di personalizzarlo in base al proprio gusto. Le macchine per il caffè ad uso domestico offrono varie soluzioni, tutte efficaci, ma differenti per modi e tempi di utilizzo.

Le macchine a capsule sono probabilmente le più diffuse in commercio. Semplici e rapide permettono di gustare un ottimo caffè con pochi gesti. Dello stesso filone di utilizzo, ma strutturalmente più simili alle macchine impiegate per il caffè in polvere, le macchine a cialde. Mediamente risultano più economiche rispetto a quelle cialde e anche di minor impatto ambientale, dal momento che sempre più produttori ne stanno promuovendo la versione compostabile.

La macchina per caffè in grani invece è dotata di un macinino interno che permette appunto di macinare i chicchi di caffè. Probabilmente è la tipologia con la quale è possibile raggiungere il più alto livello qualitativo, dal momento che si tratta di attrezzi più sofisticati e che consentono oltretutto di scegliere quali chicchi utilizzare. Infine, la macchina per caffè in polvere, che è una sorta di miniatura di quella che siamo abituati a vedere al bar. Permette di personalizzare al massimo il proprio caffè, scegliendo tra una miriade di miscela possibili.

In conclusione, per chi cerca soprattutto rapidità e comodità, dovrebbe orientarsi maggiormente verso una soluzione a cialde o a capsule. Chi invece vuole dilettarsi maggiormente con l’arte della preparazione del caffè espresso, dovrebbe scegliere un modello a grani, oppure in polvere. Mf Vending non solo  mette a disposizione dei consumatori un’ampia scelta, con anche la possibilità di usufruire del comodato d’uso gratuito, ma fornisce loro assistenza nel momento in cui devono scegliere la macchina per il caffè.

MF Vending

Boom degli home bar: la pausa caffè perfetta anche a casa

Nell’ultimo anno il settore delle macchine per caffè ad uso domestico ha registrato un sensibile aumento delle vendite. Anche a casa gli italiani non rinunciano ad una pausa caffè di qualità ed è boom degli home bar

Le restrizioni dei mesi scorsi e l’ampio ricorso allo smart working hanno modificato le abitudini di molti italiani, senza però cancellarle ed alcune, seppur riviste, rimangono imprescindibili. In questo senso, la pausa caffè è un esempio che calza a pennello dal momento che rimane una tradizione intramontabile. Ma con i bar chiusi e lavorando da casa, in tanti hanno dovuto prendere accorgimenti per godersi il gusto autentico di un vero espresso. Per questo nell’ultimo anno si è assistito ad un boom degli home bar: le macchine per caffè ad uso domestico hanno registrato un netto aumento delle vendite.

Ricerca di qualità, praticità e performance rimangono anche in questo caso le parole chiave. Le perone vogliono assaporare tutto il gusto e l’aroma del vero caffè in pochi minuti, con semplici gesti e senza sporcare. Le macchine per caffè ad uso domestico, le cosiddette macchinette, devono essere funzionali, veloci e silenziose, senza guastare l’arredamento circostante e quindi in grado di trasformarsi in oggetti di design.

Il boom degli home bar ha portato le persone ad essere sempre più esigenti verso ciò che ritrovano nella propria tazzina. Noi assecondiamo questa tendenza con le nostre proposte: Mitaca, Mokador, Rekico e tanto altro ancora. Sono tutte macchine per caffè espresso di qualità, dalle prestazioni elevate ed in grado di integrarsi armoniosamente in ogni ambiente in cui vengono installate.

MF Vending

Il tuo collega preferito, MF Vending da oltre trent’anni si prende cura delle tue pause

MF Vending è per certi versi il collega preferito di migliaia di dipendenti in tantissime province e in tantissime aziende, dal momento che ogni giorno si prende cura della loro pausa caffè. Da oltre trent’anni infatti, installa in comodato d’uso gratuito e rifornisce i migliori distributori automatici in circolazione.

I punti di forza del suo operato sono pochi, semplici, ma imprescindibili: una miscela esclusiva realizzata esclusivamente con i migliori caffè al mondo, per un espresso  dal gusto autentico e genuino; i migliori prodotti in commercio, dalle bevande, agli snack, fino ai prodotti freschi; puntualità, precisione e rapidità del servizio di rifornimento; controllo da remoto h24 e interventi di manutenzione e riparazione tempestivi e discreti; i migliori distributori automatici in comodato d’uso gratuito.

Operare nel settore del vending significa allestire e curare un processo gestionale più intricato di quanto si possa pensare. La fase logistica, quella del trasporto e quella dell’assistenza devono cooperare armoniosamente per offrire il massimo dell’efficienza. Tutto parte dalla gestione del magazzino. Alimenti e bevande vanno conservati con rigore e ordine e le consegne devono essere organizzate in maniera che i prodotti rimangano fermi quanto meno possibile.

Dopodiché curiamo con particolare attenzione la fase di assistenza al cliente, che non deve mai rimanere senza caffè. Per questo monitoriamo costantemente i nostri distributori e limiamo sempre di più la gestione dei rifornimenti, per risultare tempestivi, ma non invadenti. In caso di guasto, le tecnologie odierne ci permettono di sapere a priori se possiamo intervenire direttamente in loco con una breve opera di manutenzione, o se invece è necessaria una riparazione più approfondita. In questo caso ritiriamo immediatamente la “macchinetta” e la sostituiamo con un nuovo modello.

Ma tutto questo sarebbe vano se i distributori non fossero in grado di erogare ottime prestazioni. Per questo noi ci lavoriamo solo con i modelli più recenti e sofisticati. Da una parte per affinare sempre di più il nostro operato, sfruttando la telemetria, il controllo da remoto e tutti le innovazioni in materia di diagnostica, dall’altro per offrire ai consumatori un’esperienza d’acquisto piacevole, rapida e semplice. Contenuti multimediali in alta risoluzione, touch screen tramite i quali scegliere e personalizzare i prorpri prodotti preferiti, la possibilità di pagare tramite app e tante altre cose ancora, sono oramai dei must imprescindibili.

Tutto questo per fornire la migliore pausa caffè possibile. Ecco perché MF Vending è il collega che non può mancare nella tua azienda.

MF Vending

Giornata Internazionale del caffè, la celebrazione della nostra bevanda preferita

Giornata Internazionale del caffè, la celebrazione della nostra bevanda preferita

Ogni primo di ottobre si celebra in tutto il mondo la bevanda che appassiona e accompagna milioni di persone. Tante varietà, diverse tipologie, la stessa passione che ci lega a questa bevanda così speciale.

La prima giornata di ottobre reca con sé gli ultimi residui dell’estate appena trascorsa e i primi segnali dell’autunno ormai arrivato. È il giorno perfetto dunque per un buon caffè. Forse per questo è stato scelto come Giornata Internazionale del Caffè.

Il caffè è molto più di una bevanda, è una tradizione irrinunciabile per milioni di persone in tutto il mondo. Lo sappiamo bene nel nostro Paese, dal momento che abbiamo fatto dell’espresso uno dei simboli dell’italianità nel mondo.  Ma questo è solo uno dei modi per bere il caffè, consumato in moltissime forme in ogni angolo del globo. Anche per questo si celebra la Giornata Internazionale del caffè.

Sono ormai note a molti le proprietà antiossidanti e i benefici a chi lo beve, dalla memoria, alla concentrazione, passando per resistenza muscolare, tempi di riduzione e perfino rallentamento del declino cognitivo.

Il posto in cui si consuma più spesso rimane la propria casa. Il caffè è parte integrante della routine quotidiana di moltissime persone e rimane un appuntamento mattutino imprescindibile, anche se stanno cambiando gli strumenti. Dalla tradizionalissima moka infatti si sta sempre più passando per macchine ad uso domestico, a cialde o a capsule.

E anche le tradizioni fuori casa stanno cambiando. I progressi tecnologici e i servizi di gestione migliorati hanno fatto sì che molti oramai preferiscano il caffè del distributore automatico che hanno in azienda, a quello del bar.